Ecco chi sono i manager italiani più pagati

Se vi state domandando chi siano i manager italiani più pagati, sappiate che – come intuibile, visto e considerato che non rappresenta certo una sorpresa – al primo posto nella classifica di Piazza Affari del 2015 c’è Sergio Marchionne, che, da amministratore delegato di Fca, ha ottenuto un compenso totale di 10 milioni e come presidente di Cnh ha guadagnato oltre 2,6 milioni, tra stipendio, bonus e altre voci della retribuzione, per un totale di 12,7 milioni a fronte degli 8,6 milioni del 2014.

Ad ogni modo, il 2014 – nonostante minori retribuzioni apparenti – è stato un anno più “ricco” per Marchionne, visto e considerato che nell’esercizio in causa il top manager aveva ottenuto il bonus una tantum da 24,7 milioni a seguito della fusione tra Fiat e Chrysler.

Detto ciò, bisogna anche specificare che per il 2015 il salario base di Marchionne nel gruppo automobilistico è stato di “soli” 3,6 milioni di euro, a cui va aggiunto un premio di 6,29 milioni e da 126 mila euro in altri compensi. Inoltre, il top manager Fca ha ricevuto 4,32 milioni di azioni che sono condizionati al raggiungimento di determinati obiettivi aziendali e ulteriori 1,62 milioni di azioni alle quali può invece accedere in ogni momento e senza condizioni. A febbraio, così, Marchionne aveva 14,6 milioni di azioni Fca pari all’1,13% o, se preferite, a un controvalore di circa 100 milioni di euro.

Più giù, nella classifica elaborata da Milano Finanza sulla base delle relazioni sulla remunerazione già pubblicate, si trova Giovanni Battista Ferrario, direttore generale di Italcementi, con una retribuzione di 11,8 milioni, e poi Carlo Pesenti, consigliere delegato della stessa Italcementi con 8,9 milioni.

Il merito di tali maxi compensi per i due manager di Italcementi, che ha chiuso il 2015 con una perdita di 110 milioni, è relativo – anche in questo caso – ai bonus. Nella relazione sulla remunerazione si sottolinea infatti che il compenso di Ferrario comprende circa 10 milioni di incentivi che sono da erogare nel corso del 2016 (e una parte di questi è sottoposto a condizione sospensiva), e che i bonus monetari attribuiti a Carlo Pesenti ammontano a 7,7 milioni e 4,2 saranno versati quest’anno (anche in questo caso
con sospensiva).

Al quarto posto tra i top manager più pagati figura Nicastro (Unicredit), davanti a Moscetti (Amplifon) e Bombassei (Brembo).

Leave a Comment

Your email address will not be published.