Mangiarsi le unghie NON fa male: ecco cosa dice uno studio recente…

Quante volte siete stati ripresi perchè, da bambini o da ragazzi, avevate l’abitudine di mangiarvi le unghie? Ebbene, forse è un pò troppo tardi per avere una facile rivalsa, ma sappiate che mangiarsi le unghie – per quanto sia comunque una cattiva abitudine – potrebbe essere una prassi più utile di quanto molti possano pensare: secondo alcuni ricercatori, infatti, l’esposizione ai microbi e alle impurità permette al sistema immunitario dei bambini di potersi difendere dalle allergie, e non solo.

Insomma, succhiarsi il pollice o mangiarsi le unghie, abitudini frequentemente diffuse nei bimbi, potrebbero avere anche degli aspetti positivi, poichè in grado di allenare il sistema immunitario, e renderlo efficace fino a 32 anni di età. A sostenerlo, come dicevamo, è un recente studio condotto dai ricercatori della Dunedin School for Medicine, dell’University of Otago, in Nuova Zelanda, e pubblicato sulla rivista Pediatrics.

Più nel dettaglio, gli esperti hanno monitorato lo stato di salute di oltre 1.000 bambini nati ai primi degli anni ’70. In particolar modo, è stato chiesto ai genitori se i piccoli avessero l’abitudine di mangiarsi le unghie o succhiarsi i pollici, effettuando poi dei test cutanei nel corso della crescita di tale campione, per poter verificarel a presenza di ellergie.

Ebbene, i ricercatori hanno poi misurato la sensibilizzazione atopica dei soggetti, trovando che il 31 per cento del campione si succhiava il pollice o si mangiava le unghie di frequente, e che tra tutti i bambini di 13 anni di età, il 45 per cento ha mostrato una sensibilizzazione atopica, ma tra quelli con una di queste abitudini, è solo del 40 per cento la percentuale di coloro che ha avuto allergie.

La tendenza si è poi mantenuta anche in età adulta – sottolineano i ricercatori – e non sarebbero state trovate particolari differenze tra chi vive in casa con i fumatori o con gatti, cani, e così via. “I nostri risultati sono coerenti con la teoria dell’igiene, secondo la quale l’esposizione precoce alla sporcizia o ai germi riduce il rischio di sviluppare allergia” hanno spiegato i ricercatori. “Anche se non è consigliabile incoraggiare queste abitudini, ci sembra che esse abbiano un lato positivo”, concludono. Insomma, forse succhiarsi il pollice o mangiarsi le unghie non fa poi bene, ma sicuramente – almeno stando a quanto è stato tratto nella ricerca di cui oggi vi abbiamo parlato – fa meno male di quanto si potesse immaginare…

Leave a Comment

Your email address will not be published.