Tutti gli avvenimenti della settimana sui mercati finanziari

In una settimana dominata dal referendum sulla Brexit, gli investitori dovrebbero comunque cercare di mettere a punto la presenza in calendario di alcuni avvenimenti che potrebbero complicare le proprie previsioni sul trading.

Cominciamo dalla zona euro e dal già ricordato avvicinarsi del Referendum inglese potrebbe aver pesato sul morale delle imprese. L’indice ZEW, più sensibile alla volatilità dei mercati finanziari, potrebbe registrare un calo per il secondo mese consecutivo. Il PMI composito è atteso stabile a 53,1. Il PMI manifatturiero potrebbe essere migliorato a 51,8 date le indicazioni di stabilizzazione delle economie emergenti, mentre l’indice per i servizi è visto in flessione, in particolare in Germania, da livelli ancora elevati. L’IFO è atteso correggere parte del forte aumento del mese precedente e tornare a 107,3 da 107,7. La fiducia è vista stabile in Francia ma in recupero in Belgio, dopo il calo di maggio.

Negli Stati Uniti, le novità sembrano essere di meno. La settimana ha infatti pochi dati in uscita: i dati relativi al mercato immobiliare residenziale a maggio dovrebbero confermare il trend verso l’alto, con vendite di case nuove ed esistenti elevate. Gli ordini di beni durevoli a maggio sono attesi in lieve rialzo, con aumenti sia per il comparto dell’aviazione civile sia per l’aggregato al netto dei trasporti; la svolta del prezzo del petrolio dovrebbe determinare un’inversione del trend negativo nel segmento estrattivo e sostenere ordini e consegne. La fiducia dei consumatori a giugno dovrebbe confermare le indicazioni positive viste finora.

Archiviato il calendario macro nei suoi principali indicatori, non possiamo non ricordare come l’evento per eccellenza dei prossimi giorni sia rappresentato dalla presenza del referendum sulla Brexit, ovvero la consultazione pubblica dei cittadini del Regno Unito, che dovranno esprimersi sulla possibilità di abbandonare o meno l’Unione Europea. I sondaggi che sono stati pubblicati nel corso degli ultimi giorni non hanno offerto alcuna certezza in merito, con il rischio di generare ulteriore incertezza e aleatorietà sui mercati finanziari, fino alla data del referendum, e oltre.

In caso di Brexit, le ripercussioni sui mercati finanziari potrebbero essere particolarmente significative e durature. Vedremo, nel corso dei prossimi giorni, quali saranno le tappe di avvicinamento a questo evento e, in seguito al suo esito, quali saranno gli effetti di breve e medio termine.

Leave a Comment

Your email address will not be published.